Newsletter

Newsletter n.6 – Il futuro non si aspetta, si prepara. Insieme!


Care amiche, cari amici,

il tempo corre davvero e il Partito Democratico si sta impegnando a proporre e fare.
Dobbiamo cogliere lo stato di urgenza che arriva dalla drammatica lettura della situazione in cui vivono gli italiani e darne seguito.
Oggi parteciperò alla Direzione nazionale del Partito Democratico, ragioneremo insieme sui temi dell’Agenda politica posti da Matteo Renzi: Jobs Act, legge elettorale e unioni civili sono alcuni di questi.

Pensando anche al Trentino, credo valga la pena soffermarsi sull’importanza del documento riguardante il lavoro, ovvero il Jobs Act. Il fatto stesso che sia esso il primo documento a essere stato elaborato credo trasmetta un messaggio molto chiaro rispetto alla priorità e centralità del tema del lavoro.

Gli spunti che vi invito a leggere qui, delineano una struttura molto chiara.
Per quanto riguarda la tassazione, si promuove un principio semplice: chi produce lavoro paga di meno, chi si muove in ambito finanziario paga di più, consentendo così una riduzione del 10% dell’IRAP per le aziende. Questo è un segnale di equità oltre che un aiuto concreto a chi investe.
Alcune delle misure innovative proposte sono già presenti in Trentino, pensiamo ad esempio al sostegno al reddito vincolato alla formazione, o l’idea di un’Agenzia unica che gestisca i centri per l’impiego sul territorio.

Altri aspetti che coinvolgono direttamente il Trentino, le cui dinamiche del mercato del lavoro sono vincolate alla dimensione nazionale, rappresentano delle autentiche novità. A questo proposito penso al contratto unico, ovvero a un processo che porti all’inserimento a tempo indeterminato nel mondo del lavoro attraverso tutele crescenti. Considerando che la disoccupazione giovanile è storicamente a livelli record – 40% media italiana, 20% media trentina – e che molti lavoratori sotto i quarant’anni sono precari, credo sia un proposta concreta da promuovere.
Un’altra idea interessante è quella che vorrebbe leliminazione dell’obbligo di iscrizione alle Camere di Commercio, una misura che potrebbe essere attuata rapidamente e dare un segnale contro il sistema di corporazioni.

TRENTINO

Nell’ultima newsletter vi avevo invitato a inviarmi alcune vostre riflessioni e contributi sull’Italia che vogliamo a partire dal nostro territorio: il Trentino.
Vi ringrazio perché ho ricevuto davvero molte riflessioni e proposte interessanti! Stiamo lavorando in molti per proporre una sintesi semplice ed efficace! Grazie davvero!

Voglio però rilanciare l’appello: se avete voglia di inviarmi le vostre considerazioni, la vostra idea di Trentino, potete farlo rispondendo a questa email.
Cultura, lavoro, innovazione, turismo, giovani, ambiente ed energia e ancora, pubblica amministrazione, riforme istituzionali, welfare e solidarietà sono temi sui quali possiamo e dobbiamo riflettere insieme per produrre sintesi capaci di innovare e guardare più avanti senza più il pessimismo che un futuro non possa esistere. Ogni proposta sarà letta e pubblicata nella piattaforma in allestimento, uno strumento che ci aiuterà a comporre con idee innovative e proposte concrete il programma per il Partito Democratico del Trentino che vogliamo costruire.

Il futuro non si aspetta, si prepara. Insieme!

Un sorriso,
Elisa

Tiny URL for this post:
 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *